• new-york-938212_1920

Boris vive.

21 luglio 2020, il sole è sempre lo stesso a Palermo l’aria è calda, dei ragazzini su un motorino; due, forse tre, mi tagliano la strada, uno di loro mi fissa e scopre in una risata, dei denti bianchissimi. Una sfida selvaggia, rallentano e non mi fanno passare. Al bordo di una via laterale una…

READ MORE 

I miserabili

Perdonatemi tutti io non ho fatto nulla, sono soltanto un testimone fortunato e triste. Non cerco notorietà, ho solo il desiderio di raccontare di questa ferita che sanguina sempre. La vita dei miserabili ha il volto di una donna rincantucciata in una stamberga dalle pareti umide. Un anfratto, una spelonca tirata su da qualche speculatore,…

READ MORE 

La danza macabra e il virus.

T’hanno dato un nome, ma io ti chiamerò soltanto virus. Un nome è dignità propria d’uomo, non di un sicario inconsapevole e perciò innocente. Abbiamo imparato a contare i morti, come dopo un tifone, come dopo un terremoto; solo che il computo è distribuito lungo i giorni, un rosario di uomini e donne che non…

READ MORE 

IL prete, la madonna, il mondo.

Il prete decide di uscire; non si preoccupa la gente possa tornare agli aperitivi e alle serate nelle discoteche quanto prima. La sua è un’altra preoccupazione. Carica la grande statua della Vergine sul suo ape car e gira per il paese di Bibione. Recita il rosario, benedice, la gente lo guarda stupita, sorride, ringrazia. Perché?…

READ MORE 

Male-detti

Perché? Perché? Rimbalza la domanda nei cuori e nelle teste, dopo che due ragazzi di un liceo si sono tolti la vita nel giro di pochi giorni. Gli psicologi si sforzano di consolare i vivi, ma non hanno parole, i professori, non hanno parole, i genitori degli amici, non hanno parole, i preti, non hanno…

READ MORE 

Le sardine e il campo da gioco.

Le sardine sono un sentimento che si qualifica come custode delle regole del gioco. Lodevole proposito, salvo poi non comprendere che le regole valgono per tutti e che l’arbitraggio non dovrebbe concentrare lo sguardo sulla sola parte destra del campo. Alle elezioni infatti le sardine hanno scelto il centro sinistra. L’arbitro dunque si è schierato,…

READ MORE 

Cosa ha visto Bernadette?

L’ultimo istante di Bernadette. “Che giorno è oggi?” “mercoledì, suor. Marie Bernarde.”  “Domani è giovedì”. Un sorriso mesto, ma pur sempre un sorriso, una piega sottile delle labbra esangui, un frammento di pace, come una luce improvvisa, tenue, simile al chiarore che precede l’alba attraverso un folto tendaggio, si diffuse sul volto di Bernadette. Giovedì…

READ MORE 

Ogni anno un festival

Ogni anno un festival. Avete visto il festival di San Remo? Qualche ragazzo timidamente interroga i compagni. I più scuotono il capo; “Che schifo, roba per vecchi” sentenziano i ragazzi. Ed hanno ragione; non relativamente ai vecchi, che pronti ad inseguire i giovani hanno perso ogni saggezza; quanto al fatto che i ragazzi non guardino…

READ MORE 

Ad ogni 11 febbraio

Ogni undici febbraio. Pochi hanno vissuto la solitudine, se per solitudine intendiamo l’assenza di ogni affetto esclusivo, d’ogni benessere, fisico e spirituale, d’ogni consolazione. Solitudine è l’aver vissuto un’esperienza unica, quasi incomunicabile e sentirsi incompresi, solitudine è assenza di onori terreni. Solitudine vera è lasciare le persone che ami perché senti che Lui ti vuole…

READ MORE