Basta balle

In questo momento la contabilità “ certosina” operata dai ministri economici di Renzi ci vuole illudere che piano piano il Pil crescerà. Può darsi, il sistema finanziario fondato sulla “ moneta debito” controlla l’emissione monetaria tirando la corda sino al punto estremo; questo punto è con molta probabilità rappresentato dal pericolo di una rivolta popolare, una sorta di Manzoniano assalto ai forni del pane. Quello che però i signori del debito non dicono è un dato semplicissimo: dal 1960 al 1998i il nostro paese ha conosciuto un incremento del Pil da 423.828 a 1416055 miliardi di lire, ma il numero degli occupati è rimasto invariato a fronte di un incremento della popolazione da 47 a 62 milioni. Cosa voglio dire? Che il Pil non crea necessariamente posti di lavoro. La narrazione ufficiale può “ funzionare” perchè le banche centrali si avvalgono del supporto tecnico rappresentato da agenzie di Rating, media, politici compiacenti.

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmail

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *