La trivella del Renzino

È strano, o forse neppur tanto, ma questo governo che si vanta di rappresentare il nuovo, di originale ha soltanto il fatto di rappresentare il primo governo di ” centro di sinistra ” che realizza politiche decisamente di ” destra”, con tutto il rispetto per la “destra sociale”. Forse sarebbe più opportuno definire le scelte dell’esecutivo renziano; neoliberiste in salsa progressista. L’ultima perla che traggo dalla ” collana” del principino fiorentino riguarda la vergognosa decisione di procedere con le trivellazioni nel bel mare della costa adriatica. Con il quasi totale menefreghismo dei giornali e delle TV, facendosi beffe della volontà popolare,  in tempi brevi le trivelle perforeranno i fondali marini con tecniche altamente aggressive. Il progetto di sviluppo del giacimento Ombrina fa imbestialire l’intero Abruzzo. I danni saranno molteplici, sia turistici che ambientali. Solo gli analfabeti, o coloro che appoggiano progetti anti ecologici per ragioni inspiegabili,  non sanno che il futuro, se un futuro vogliamo esista, si fonda sulle energie rinnovabili e non sulla politica estrattiva. Anche il Papa  lo ha scritto nella sua ultima enciclica; per non citare Naomi Klein e il suo documentatissimo testo ” Una rivoluzione ci salverà”. Intanto, anche le coste del Salento rischiano la mano aggressiva degli avvoltoi.

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmail

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *