Utili idioti e ” padroni del mondo”

Cosa c’è di naturale nel pensiero d’una oligarchia che comanda il mondo? Essa non ha un volto definito, ha mille volti; finanzieri, cantanti, industriali, giornalisti…tutti rigorosamente senza identità. Ciò che lega queste persone è l’interesse comune, il far parte di un “ circolo”senza ideali, creato allo scopo di tessere relazioni utili. Persone felici nel “ sentirsi amiche e complici ”; nella consapevolezza di essere il “nuovo”che imprime la direzione al corso degli eventi. La politica per loro non conta nulla, perché gli oligarchi hanno il potere di plasmare l’opinione pubblica imprimendo nella coscienza popolare principi e valori cui i politici si adattano per non perdere i consensi. Il tono dei signori del “ comando”è sempre falsamente tollerante, ma in realtà il valore centrale che li anima resta l’idea del nuovo. Il nuovo è il motore di ogni commercio e di ogni successo; rispetto ad esso ogni valore tradizionale appare come un impedimento, un retaggio del passato. Distruggere e creare, alimentando un mondo fatto di consumatori solitari, questo è il progetto individualista, questo è il progetto massone che comanda il pianeta. E il nuovo si accompagna alla fretta e al giovanilismo, paradigmi di un supposto mondo migliore. Singoli davanti a semplici merci. Merci affettive, culturali, materiali. Tutto è trasformato in emozione e tutto è riferito alla libertà del singolo. Di questo trattano i meeting cui partecipano onorati dell’invito, cantanti e artisti; irretiti nel gioco di chi comanda il mondo; spettatori e inebetiti sponsor di un globalismo senza più traccia di democrazia.

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmail

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *